Bologna - Modena - Reggio Emilia

Immagine dell 'articolo - Overthinking: come smettere di rimuginare

Overthinking: come smettere di rimuginare

  • CONDIVIDI L'ARTICOLO

Overthinking significa pensare continuamente, intensamente e senza sosta, senza arrivare mai a conclusioni, una sorta di preoccupazione cronica accompagnata da un sovraccarico di pensieri negativi. L’overthinking non è altro che la tendenza a rispondere a un disagio focalizzandosi sulle cause e sulle conseguenze senza mettere in atto nessuna azione concreta di problem-solving. Siamo portati a credere che per risolvere un problema sia necessario riflettere il più possibile, pensare e ripensare, arrivare all’origine del problema e finalmente risolverlo. Ma in realtà non c’è niente di più sbagliato. Anzi, è spesso proprio questo atteggiamento mentale a trasformare il naturale flusso di pensieri in un rimuginare negativo e opprimente. Pensieri sempre uguali che si rincorrono e che non lasciano spazio all’azione. Azione che invece ha in sé il potere del cambiamento. Non a caso l’overthinking si manifesta maggiormente proprio quando ci fermiamo, magari prima di prendere sonno, proprio quando la mente dovrebbe avviarsi verso uno stato di rilassamento.

Come superare l’overthinking


Innanzitutto sappi che c’è una soluzione, si tratta di spezzare un’abitudine e allenare la mente verso una prospettiva diversa. Con la pratica, puoi iniziare a percepire le cose in modo diverso e ridurre lo stress del pensiero eccessivo. Ecco i nostri consigli:

1. Riconosci l’overthinking
Per poter interrompere questo groviglio il primo passo è riconoscerlo. Quando sei stressato o preoccupato ti capita di essere ossessionato da pensieri ricorrenti? Sei solito pensare a ipotesi negative su ciò che può succedere? Non riesci a staccare la mente? 

2. Pensa positivo
È facile a dirsi, ma la negatività non fa altro che bloccare sia i tuoi pensieri che le tue azioni. 

3. Guarda con distacco
Per bloccare il flusso di pensieri negativi può essere utile guardare le cose in una prospettiva diversa e più distaccata. Guarda i tuoi problemi da lontano come se fossero quelli di un'altra persona: ti aiuterà a pensare con più lucidità.

4. Datti di tempo
Se non riesci a fare a meno di pensare ad un problema, imponi un tempo ai tuoi pensieri. Concediti 5 o 10 minuti per pensarci e analizzare più lucidamente possibile il problema e scrivi su un foglio le tue preoccupazioni e le possibili soluzioni. 

5. Agisci 
Per togliere potere ai pensieri cerca di tenerti occupato. Sport e hobby possono essere utili per ridurre i pensieri, sfogare stress, angosce e paure e riposare la mente permettendole di focalizzarsi su pensieri più positivi.

6. Un passo alla volta
Non è facile uscire dall’overthinking, e non esistono soluzioni immediate, ma un passo alla volta ci riuscirai. Se dovesse essere troppo difficile potrai sempre affidarti ad uno psicologo che ti guiderà verso uno stato mentale più sereno. 

Smetti di pensare e agisci

scrivici e inizia un percorso per ritrovare la serenità

Ultime News

Immagine dell 'articolo - Psicologa a Reggio Emilia: Silvia Fagone Buscimese si racconta

Psicologa a Reggio Emilia: Silvia Fagone Buscimese si racconta

Psicologa a Reggio Emilia, Silvia Fagone...

Leggi tutto
Immagine dell 'articolo - Psicologo in azienda: il supporto di Altrafase

Psicologo in azienda: il supporto di Altrafase

Psicologa in azienda: il benessere del singolo...

Leggi tutto
Immagine dell 'articolo - Ritornare a scuola ai tempi del Covid

Ritornare a scuola ai tempi del Covid

Dopo sei mesi trascorsi con un’autogestione del...

Leggi tutto