Bologna - Modena - Reggio Emilia

Immagine dell 'articolo - Bambini e tecnologia: opportunità e rischi

Bambini e tecnologia: opportunità e rischi

  • CONDIVIDI L'ARTICOLO

Bambini e tecnologia: all’orizzonte nuove risorse e opportunità ma anche rischi a cui i genitori hanno il dovere di prestare attenzione. La diffusione sempre crescente delle nuove tecnologie, ha reso strumenti come smartphone, tablet e pc, di uso sempre più comune. A casa, a scuola e in altri contesti di socializzazione, anche i più piccoli entrano in contatto con i mezzi della tecnologia in modo sempre più immediato. Collateralmente, aumentano anche i giochi virtuali con cui i bambini interagiscono.

 

 

I bambini e il gioco simbolico 

 

Ce lo ricordiamo tutti: nel concetto di gioco i bambini imitano i fatti della realtà “facendo finta di…”. Personaggi, oggetti, azioni e situazioni, rappresentano simboli a metà fra la realtà e l’immaginazione. Un esercizio spontaneo che iniziamo a mettere in atto a partire dal secondo anno di vita e che prende il nome di gioco simbolico, poiché mette in atto scene simboliche della vita e misura le nostre capacità di rappresentazione mentale. 

 



Le potenzialità del gioco virtuale

Nel gioco virtuale la ricerca dei simboli continua ma si trasforma. In questo caso, il bambino interagisce con oggetti che rappresentano simbolicamente gli elementi della realtà. Ma il significato di questi simboli ricercati virtualmente, può essere compreso  solo grazie alla presenza di un adulto in grado di dare significato a ciò che sta occupando lo spazio immaginativo del bambino durante il gioco. Il gioco virtuale ha le potenzialità per permettere al bambino di imparare a gestire ciò che è fuori dal controllo intenzionale. Le emozioni di dolore e di trauma durante il gioco virtuale si trasformano in una risposta resiliente. Grazie al filtro della realtà virtuale, alcune situazioni ed emozioni diventano più facilmente tollerabili rispetto a ciò che il bambino può sperimentare nella vita reale. Del resto, come afferma Winnicott, il gioco è sempre un'esperienza creativa. Di conseguenza, la capacità di giocare in modo creativo permette al bambino di esprimere tutto il potenziale della sua personalità. Questo avviene grazie alla sospensione del giudizio e della faticosa distinzione tra sé, i propri desideri e la realtà, con tutte le frustrazioni e i dolori che questo comporta. Grazie ad un atteggiamento ludico, può essere stimolata l’azione creativa che consente agli individui di trovare ed esprimere sé stessi vivendo in maniera consapevole la propria vita. 

 

Bambini e gioco virtuale: i rischi 

 

Importante però che per il bambino il gioco virtuale non diventi una fuga dalla realtà. Per questo è fondamentale che il genitore e/o l'adulto che si occupano del bambino, conoscano i suoi giochi virtuali, che manifestino interesse verso di essi, e che allo stesso tempo lo aiutino a dare un significato alle azioni e ai simboli del gioco. Per esempio parlando con lui delle emozioni e dei personaggi. Se il bambino si chiude da solo nel videogioco vivendo stati emotivi non condivisi, le potenzialità positive del gioco virtuale si perderanno e lasceranno spazio ai rischi, fra cui l’isolamento. 

Durante i momenti di gioco virtuale possiamo osservare nei bambini:

• Espressioni di eccessiva eccitabilità
• Difficoltà nel rispetto dei ruoli e dell’autorità 
• Una esasperata spinta esibizionistica 


Questi comportamenti possono andare a discapito di:

• Formazione della maturità emotiva  
• Capacità di gestire i conflitti

• Gestione della socialità

 

 

Bambini e gioco virtuale: come proteggerli  


Per contenere e controllare i rischi del gioco virtuale, la presenza responsabile dell’adulto rappresenta già un fattore di protezione. Fondamentale che esso, non solo si interessi, ma entri nel mondo virtuale  insieme al bambino (o all’adolescente). Solo così può aiutarlo a dare agli oggetti un’identità, e di conseguenza il giusto significato di rappresentanti delle emozioni. La responsabilità dell’adulto è quella di accompagnare il bambino nel viaggio dentro se stesso e dentro gli altri, con le gli strumenti che la  tecnologia oggi ci offre. 


Richiedi una consulenza

per te e per il tuo bambino

Ultime News

Immagine dell 'articolo - Psicologa a Reggio Emilia: Silvia Fagone Buscimese si racconta

Psicologa a Reggio Emilia: Silvia Fagone Buscimese si racconta

Psicologa a Reggio Emilia, Silvia Fagone...

Leggi tutto
Immagine dell 'articolo - Psicologo in azienda: il supporto di Altrafase

Psicologo in azienda: il supporto di Altrafase

Psicologa in azienda: il benessere del singolo...

Leggi tutto
Immagine dell 'articolo - Ritornare a scuola ai tempi del Covid

Ritornare a scuola ai tempi del Covid

Dopo sei mesi trascorsi con un’autogestione del...

Leggi tutto