Bologna - Modena - Reggio Emilia

Immagine dell 'articolo - Difficoltà di apprendimento: quando chiedere una valutazione

Difficoltà di apprendimento: quando chiedere una valutazione

  • CONDIVIDI L'ARTICOLO

Le difficoltà di apprendimento si manifestano piuttosto di frequente nei bambini in età scolare. Non sempre però è semplice riconoscerne i segnali e sapere quali siano le azioni giuste da fare e il momento più opportuno per intervenire. Le difficoltà di apprendimento nei bambini possono manifestarsi come una difficoltà particolare nella lettura, nella scrittura e/o nel calcolo. Può essere una difficoltà che riguarda bambini con un’intelligenza nella norma e che non manifestano problemi neurologici, visivi o uditivi e che hanno avuto possibilità di familiarizzare con la lingua. Le cause possono essere molte e diverse fra loro, ma l’aspetto più importante è proprio la gestione del problema da parte degli adulti, in particolar modo dei genitori.


Difficoltà di apprendimento: la fine dell’anno scolastico


Nella gestione e nel supporto di un bambino con difficoltà di apprendimento, chiedere una valutazione e rivolgersi all’aiuto di un professionista è un aspetto fondamentale e scegliere il momento dell’anno più adeguato può essere la chiave per un buon nuovo inizio. La premessa doverosa è però che in qualsiasi momento sorga il sospetto di una difficoltà ad apprendere da parte del bambino, attendere non è mai una scelta utile. Prima ci si affida al supporto di un professionista per effettuare una valutazione e prima sarà possibile intervenire adeguatamente in caso di necessità.


Detto ciò, il momento più adeguato per richiedere una valutazione è proprio la fine dell’anno scolastico. Iniziare un percorso di valutazione dopo la fine della scuola e prima di settembre, consente innanzitutto di pensare al nuovo anno scolastico ed iniziarlo con le idee più chiare, inoltre sottoporrà il bambino a livelli di stress molto minori.


Ma soprattutto, dedicarsi ad un percorso di valutazione durante le vacanze estive, significa essere nella posizione, in settembre, di consegnare alla scuola un’eventuale diagnosi e accelerare i tempi di mobilitazione per la stesura di un piano didattico personalizzato.


Inoltre non esiste un’età giusta per iniziare un percorso di valutazione. Qualora dovesse sorgere qualche dubbio, aspettare “l’inizio del nuovo anno scolastico” non è mai positivo ed è sano e positivo richiedere una valutazione ad un professionista in qualsiasi momento della carriera scolastica. Iniziare questo percorso durante i mesi estivi consente di sfruttare al meglio la pausa dalle ore a scuola e dai compiti a casa e di sperimentare una strategia di potenziamento mirato delle capacità e del metodo di studio.


PRENOTA LA TUA VALUTAZIONE

Per capire se tuo figlio ha difficoltà di apprendimento

Ultime News

Immagine dell 'articolo - Perché scrivere i propri obiettivi è importante

Perché scrivere i propri obiettivi è importante

Viviamo l’epoca del multitasking, ogni giorno...

Leggi tutto
Immagine dell 'articolo - Leadership femminile contro gli stereotipi

Leadership femminile contro gli stereotipi

La leadership al femminile fra abbattimento degli...

Leggi tutto